Il vetro e il risparmio energetico

10.07.2008
|

La Porta desidera offrirvi un supporto al lavoro quotidiano nella scelta del prodotto piu’ idoneo da impiegare nella costruzione e ristrutturazione degli edifici. Siamo molto sensibili a tali problemi e alle esigenze della nostra clientela, abbiamo gia’ da tempo messo a punto una serie di prodotti ad alte prestazioni, in grado di garantire coefficienti d’isolamento termico molto elevati con l’impiego di vetri a bassa emissivita’. Infatti la classica vetrata isolante (Ug=2,7) viene ormai sostituita da vetrate bassoemissive doppie e triple, il cui valore d’isolamento termico varia da Ug=1,1 a Ug=0,5 W/mqK in linea con l’andamento del mercato europeo. Per migliorare il valore U, e’ necessario ridurre gli scambi termici per conduzione, convezione ed irraggiamento. Poiche’ non risulta possibile agire sui coefficienti di scambio superficiale, il miglioramento consistera’ nella riduzione degli scambi tra i due componenti della vetrata isolante: Gli scambi per irraggiamento possono essere ridotti utilizzando lastre con depositi basso emissivi. Per sfruttare a pieno questa possibilita’, l’industria vetraria ha messo a punto dei vetri con deposito basso emissivo che consentono di ottenere un “isolamento termico rinforzato”. Gli scambi per conduzione e convezione possono essere ridotti sostituendo l’aria racchiusa tra le due lastre con un gas piu’ pesante a conduttivita’ termica inferiore (in genere argon).