Natura in Negozio

Descrizione Progetto:

Oltre la tradizionale erboristeria lo Showroom Bionature apre le porte alla multifunzionalità

Apre i battenti il primo flag ship store Bionature. Un format interamente dedicato al marchio che da anni si occupa di benessere e di prodotti naturali. Punto focale di questo progetto è stata l’individuazione di una serie di moduli espositivi base da ripetere in altri show room. La particolarità di questo negozio è la sua multifunzionalità: oltre alla vendita di prodotti dell’erboristeria tradizionale, Bionature offre ai suoi clienti una serie di servizi aggiuntivi. Nel punto vendita, infatti, si effettuano test per le intolleranze alimentari, test iridologici, quelli bio-energetici, per la pelle e la cute. Per rispondere alle esigenze di questa erboristeria “allargata” si sono studiati da un lato i percorsi di vendita, progettati con criteri di massima flessibilità di esposizione, e dall’altro delle zone dedicate, come quella per il brand MBT e quelle riservate alla consulenza personalizzata. La progettazione si è concentrata quindi nel comunicare la polifunzionalità del brand senza cadere in un progetto che richiamasse solo una profumeria o una farmacia. La ricerca di armonia, alla base della filosofia Bionature, ha caratterizzato il processo creativo condiviso fin dai primi passi con i componenti di Bionature, in particolare con la responsabile Marketing e visual merchandising, Martina Boni, e, tra i fornitori, con l’azienda che ha realizzato gli arredi in cartone, la Corvasce. La presenza di prodotti multiformi ha portato a scegliere dei cromatismi materici e caldi, affini al cartone degli arredi, che sono stati impreziositi dal contrasto con il colore bianco dei piani in forex o in legno laccato. Il tutto è in sintonia con il pavimento in rovere color cenere selezionato dall’azienda IPF. Un attento progetto illuminotecnico realizzato in collaborazione con Leonardo Buzzoni di Arredoluce, dona la sensazione di entrare in un ambiente naturale, come in un bosco illuminato, dove la luce è filtrata dai rami che scendono dal tetto. La scelta di utilizzare corpi illuminanti è dettata dal basso consumo, dal fatto che evitano l’abbagliamento e che permettono versatilità nel posizionamento.. La naturalità, la matericità, e flessibilità del cartone hanno fatto sì che fosse il materiale predominante nella realizzazione degli arredi. Altro punto suo di forza è la facilità e rapidità di montaggio, indispensabili per l’obiettivo di realizzare un franchising. Tra i componenti di arredo spicca il banco cassa, realizzato mediante l’accoppiamento di sezioni in nido d’ape sagomato, studiati affinché si creassero vuoti e pieni tali da fornire degli spazi funzionali utili agli operatori. Tutto il blocco poggia su dei tronchi di pioppo opportunamente sagomati per rimarcare la naturalità di tutti gli elementi. I moduli espositivi sono stati realizzati utilizzando un cartone estremamente compatto per garantirne stabilità e resistenza, così come le sagome degli alberi stilizzati, che scandiscono la ritmicità di tutta la composizione e permettono di suddividere le macro aree merceologiche presenti nel punto vendita. Anche l’elemento espositivo a gradoni in lamiera verniciata, realizzata da Officina Cocchi, si integra in un insieme equilibrato Le grandi isole centrali a forma di petalo, anch’esse in cartone riciclato, sono composte da piani girevoli che garantiscono una diversa combinazione espositiva e funzionale. La grande scenografia della vetrina si articola su due livelli di lettura, una basamentale, costruita da strati in cartone organizzati in uno skyline a più stadi di profondità e una superiore, dominata da una cascata di rami intrecciati che riprendono le grandi sagome degli alberi naturali che adornano il viale esterno.