Giovanardi Roberta

giovanardi-roberta

Vive e lavora a Bologna. Ha studiato architettura a Firenze dove si è laureata con una tesi sull’utilizzo dei materiali intelligenti nell’ambito del design domestico sotto la guida degli architetti Remo Buti e Massimo Iosa Ghini. È con Iosa Ghini che ha realizzato l’allestimento della mostra Omaggio a Enrico Coveri presso il Centro per l’Arte Contemporanea Luigi Pecci di Prato. La ricerca e l’utilizzo di nuovi materiali, l’applicazione di soluzioni innovative e lo studio del Feng Shui, di cui è docente nel corso internazionale di “Formazione Specialistica in Architettura Feng Shui” alla Facoltà di Architettura di Ferrara, caratterizzano la sua attività di interior designer. Ha iniziato una collaborazione con L’instituto Uruguayo del Feng Shui, precisamente con l’architetto Claudio Melloni, direttore del centro e maggior esperto del Sud America in materia. Ha realizzato alcuni progetti seguendo i principi del Feng Shui, riletti in chiave contemporanea e personale (edilizia privata e non). Seguendo i principi di questa filosofia ha sviluppato il progetto e la realizzazione della sede dell’Istituto di ricerche e di cura della Fondazione Matteo Ricci di Bologna (nel 2002-2003). La sua innata passione per l’astrologia e la singolare attenzione verso il benessere della persona contribuiscono a ricercare nei suoi lavori una nuova ed equilibrata forma di integrazione uomo/ambiente. I suoi progetti invitano i committenti a esprimere i propri gusti e idee supportandoli con ricettività e poliedrica competenza. Nei progetti di interior non si fa coinvolgere dall’eterna diatriba fra segno femminile e maschile, ma raggiunge un proprio equilibrio creativo, interpretando l’amore per il passato e coniugandolo a una palpitante contemporaneità. Il percorso di progetto inizia con un attento studio della distribuzione spaziale e formale degli ambienti, si sofferma sulla progettazione della luce come elemento scenografico, di arredo e nondimeno funzionale, per arrivare alla definizione di materiali, finiture e selezione o progettazione di arredi. Questo spirito di continua ricerca ha contribuito alla realizzazione di vari interventi di edilizia privata a Lussemburgo, Cap Antibes, Siracusa, Bologna e Milano. A Bologna ha curato l’immagine dello show room Sit-in, e il restyling di un locale jazz. Negli ultimi anni si è occupata dell’allestimento di importanti eventi espositivi curati da Gruppo Quid: “BagnoSenzaConfini” (dal 2002 al 2004, e dal 2006 al 2008) al Cersaie di Bologna e a alla Fiera di Francoforte (“Ambiente 2002”), “Designplaza” dal 2004 al 2006 al Salone Internazionale del Mobile di Milano, “Atelier Italia” 2006 al Salone Internazionale del Mobile di Milano, “Design in Multicolor” e “Andalucia” per Macef ‘07 Salone Internazionale del Mobile di Milano, “More Designer Club 2008” per Fiera Milano International. Nel 2006 ha allestito lo spazio espositivo all’interno del Manezh, l’antico Maneggio del Cremlino, prestigiosa sede di Atelier Italia, fuori salone del Mebel di Mosca. Una delle sue realizzazioni più interessanti è Matuska, ambiente bagno testimonial del concorso internazionale di interior design Zodiac – sotto il segno del bagno. Ha realizzato nel 2005 gli allestimenti espositivi per “Zodiac”, evento concorso di idee legato alla progettazione del bagno secondo i segni astrologici, presentato a Milano, Mosca e Bologna. Ha collaborato con Agatha Ruiz de la Prada come testimonial del progetto pilota “Ho fatto Splash”, concorso per la riqualificazione di uno stabilimento balneare e ne ha curato l’evento di presentazione al “Sun 2008”. Ha progettato allestimenti fieristici per importanti aziende private e ha intrapreso un percorso di collaborazione con Gardesa. Di personalità eclettica, Roberta Giovanardi, ha firmato le scene del videoclip “Dimenticarsi” di Vasco Rossi diretto da Gaetano Maffia con l’art direction del regista Stefano Salvati. Negli ultimi tempi ha sviluppato progetti di industrial design: una linea Feng Shui di accessori da bagno prodotti da Open Arredobagno in collaborazione con l’architetto Stefano Parancola; il concept di Pen Shui, penna stilografica ispirata dal Feng Shui realizzata per Omas nel 2005 in collaborazione con Gianluca Malaguti Simoni. E sempre nel 2005, Roberta Giovanardi, in occasione di “Designplaza”, ha presentato Cometa, la lampada prodotta da Modoluce, attualmente presente nel catalogo INDEX 2007 come prodotto selezionato per la partecipazione al Compasso d’Oro 2007, ed esposta a Design After School, iniziativa promossa dell’Università La Sapienza di Roma nel dicembre 2008. Attualmente si sta dedicando a progetti di recupero di edifici storici e di nuova costruzione di un’abitazione.